Banner

News Internazionali

 

NEWS E ATTUALITA' 

News e Attualità 

Riviste 

Press Center 

Blog

Social Media 

 

I NOSTRI PROGRAMMI 

I nostri programmi 

 

LE NOSTRE CAUSE 

Le nostre cause  

Il nostro Territorio

Per visualizzare il Territorio in cui opera il RC Sarnico e Val Cavallina, clicca sugli allegati (pdf 1 - pdf 2).

 

Ultimo evento di Club

 

 

Bollettino n. 2 a.r. 2018/19

 

 

 

Una serata con Tullio GERVASIO, Colonnello della Guardia di Finanza Distaccato a EUROPOL, Grumello 17 Settembre 2018

 

EUROPOL in numeri si presenta con:

organico di più di 1.000 persone;

220 ufficiali di collegamento;

sostegno a più di 40 000 indagini internazionali ogni anno

In particolare la Lotta ai reati contro il patrimonio intellettuale (Contraffazione di merci e Pirateria intellettuale)

 

Nella conviviale di lunedì 17 settembre scorso il nostro club ha avuto la possibilità di ospitare il Colonnello della Guardia di Finanza Tullio Gervasio (figlio del nostro socio Sabino), "Agente Temporaneo" presso l'Agenzia Europea "EUROPOL" con sede a L'Aia, nei Paesi Bassi, impiegato nell' Unità Crimine Economico quale Coordinatore Analisi Operativa, specialmente nel settore dell'Anti-Contraffazione.

L'ufficiale (44 anni, sposato,1 figlio di 8 anni) dal 1992 al 1997 ha frequentato il corso quinquennale dell'Accademia della Guardia di Finanza di Bergamo. Alla fine del ciclo di studi ha conseguito con il grado di tenente e la laurea in giurisprudenza dell'Università di Roma Tor Vergata, fino al 2008 è stato al comando di vari Reparti territoriali e Nuclei Operativi del Corpo in diverse città dal grado di tenente al grado di maggiore: Tenenza di Gorgonzola (MI), Compagnia di Piombino (LI), Nucleo di Polizia Tributaria di Genova. Le principali attività operative svolte sono state nei settori: penale tributario, anticontraffazione, anticontrabbando, lotta al traffico di stupefacenti, antiriciclaggio, lotta alla Criminalità Organizzata.

Dal 2008 al 2010 ha frequentato il biennio di Corso Superiore di Polizia Tributaria presso la Scuola di Polizia Economica e Finanziaria della Guardia di Finanza a Roma Lido di Ostia e poi fino al 2012, con il grado di tenente colonnello, ha svolto funzioni di Stato Maggiore presso il Comando Generale della Guardia di Finanza in Roma, nell'ambito dell'Ufficio Cooperazione Internazionale, quale Capo dell'Unità Antiriciclaggio e Lotta al Finanziamento del Terrorismo.

Poi, autorizzato dalla G. di F., ha superato un concorso, aperto ai funzionari di tutte le forze di polizia degli Stati membri dell'Unione Europea, per un incarico di "agente temporaneo" presso l'Agenzia Europea "EUROPOL"; nell'ambito di questa attualmente è impiegato nell' "Unità Crimine Economico" quale Coordinatore Analisi Operativa, specialmente nel settore dell'Anti-Contraffazione.

Dall'anno 2016 riveste il grado di Colonnello della G. di F.

I suoi titoli di Studio si sono accumulati nel tempo: prima, come detto, con la laurea in Giurisprudenza e poi con altra Laurea Specialistica in Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria (Università Roma Tor Vergata); quindi con la Laurea Specialistica in Scienze Politiche (Università Trieste) e successivamente con il diploma di Master di Secondo Livello in Diritto Tributario Internazionale presso Università BOCCONI di Milano. Parla correttamente l'Inglese e lo Spagnolo, ma anche, pur con minor abilità, il francese e l'olandese.

 

La sua relazione, sintetica e pur densa di contenuti, resi "accessibili" da inserimenti di immagini e di racconti operativi, ci ha introdotti nei compiti di EUROPOL, eliminando gli equivoci sulla ipotesi che tale Agenzia potesse essere paragonata all' FBI degli USA, perché non può operare autonomamente ma solo promuovere la collaborazione fra le polizie nazionali europee e anche con le polizie di molti altri stati sovrani con i quali vi sono accordi di collaborazione. Poi in particolare il Colonnello si è soffermato sulle attività operative di coordinamento informativo per la prevenzione e repressione dei crimini sovranazionali contro la "proprietà intellettuale" e contro il commercio di merci e prodotti contraffatti nonché di merci usurpative.

 

La Cronologia dell'evoluzione organizzativa dell'Agenzia EUROPOL, quale Agenzia dell'Unione Europea, risale al Trattato di Maastricht del 1992 e poi si è sviluppata nel 1994 con Europol Drugs Unit (EDU) e nel 1995 con l'Accordo di Convenzione Europol; nel1998 e quindi nel1999, dopo l'Entrata in vigore della Convenzione stessa, Europol inizia a pieno l'attività e nel 2010 la Decisione del Consiglio Europeo ne espande i compiti, poi nel 2016 con specifico "Regolamento" si definiscono puntualmente l'organizzazione e le procedure operative.

 

Con sede a L’Aia, nei Paesi Bassi, Europol ha il compito istituzionale di "Contribuire a rendere l’Europa più sicura" e pertanto fornisce assistenza ai 28 Stati membri dell’Unione europea nella loro lotta contro la grande criminalità internazionale e il terrorismo.

L’Agenzia collabora anche con molti Stati partner non membri dell’UE e con organizzazioni internazionali nella lotta su vasta scala alle reti criminali e terroristiche che sono la vera minaccia sia per la sicurezza interna dell’UE che per la sicurezza e l’esistenza dei suoi cittadini.

 

Europol sostiene le autorità di contrasto in tutta l’UE in relazione alle attività di lotta contro la criminalità e il terrorismo in tutti i suoi settori delle Attività Operative che si concentrano sulla lotta a: terrorismo, traffico di sostanze stupefacenti; tratta di esseri umani; criminalità organizzata internazionale; favoreggiamento dell’immigrazione clandestina; criminalità informatica; reati contro la proprietà intellettuale e la falsificazione dell’euro; riciclaggio di denaro e di beni finanziari; contrabbando di sigarette e frodi in materia di IVA; bande di motociclisti fuorilegge.

Secondo apposita regolamentazione Europea del 2003 sono contraffate le merci, compreso il loro imballaggio, su cui sia stato apposto, senza autorizzazione:

-un marchio di fabbrica o di commercio identico a quello validamente registrato per gli stessi tipi di merci, o che non possa essere distinto nei suoi aspetti essenziali da tale marchio di fabbrica o di commercio e che pertanto violi i diritti del titolare del marchio stesso;

-qualsiasi segno distintivo (compresi logo, etichetta, opuscolo, ecc.), anche presentato separatamente;

- gli imballaggi recanti marchi di merce contraffatta presentati separatamente.

Sono considerate merci usurpative le merci che costituiscono o che contengono copie fabbricate senza il consenso del titolare del diritto d'autore o dei diritti connessi o del titolare dei diritti relativi al disegno o modello, registrato o meno, a norma del diritto nazionale, ovvero di una persona da questi autorizzata nel Paese di produzione.

 

La posizione dell’agenzia, al centro dell’architettura della sicurezza europea, le consente di offrire una gamma unica di servizi e di fungere da:

centro di sostegno per le operazioni di contrasto;

centro informazioni sulle attività criminali;

centro di competenze in tema di applicazione della legge.

L’analisi costituisce il cuore delle attività di Europol. L’agenzia impiega circa 100 analisti del crimine che sono tra i migliori formati in Europa e utilizzano strumenti all’avanguardia per sostenere quotidianamente le indagini svolte dalle autorità incaricate dell’applicazione della legge negli Stati membri. Il relatore è attualmente il maggior esperto di analisi dei dati relativi ai reati contro la patrimonio intellettuale in Europol.

Rientrano fra i reati contro il patrimonio intellettuale la produzione, vendita e distribuzione di merci contraffatte o usurpative nonché l'uso illegale di brevetti, marchi, disegni industriali o opere letterarie e artistiche, per fini di lucro.

Il commercio internazionale di prodotti contraffatti rappresenta fino al 2,5% del commercio mondiale, o tanto quanto 338 miliardi di euro, secondo i dati del 2013. Mettere in prospettiva, questo è l'equivalente del PIL dell'Austria, o la combinazione del PIL dell'Irlanda e della Repubblica Ceca.L'impatto della contraffazione è particolarmente elevato nell'ambito dell'Unione Europea, dove i prodotti contraffatti e piratati giungono fino al 5% delle importazioni, per il valore di 85 miliardi di euro.

 

Per fare un esempio l'abbigliamento contraffatto vale € 43,3 miliardi di vendite perse; gli Stati Membri dell'UE soffrono pertanto minori entrate per 8,1 miliardi di

euro per imposte sul fatturato perduto e soffrono minor occupazione per n.518.281 di persone. Si determinano così nell'Unione Europea anche alti costi sociali e sanitari a causa del consumo di merci contraffatte, perché prodotte senza rispetto della sanità del terreno agricolo, del bestiame da allevamento e soprattutto della salute dei cittadini. I gruppi criminali coinvolti in reati contro la proprietà intellettuale spesso usano i profitti per finanziare altre attività criminali e

inquinano la libera concorrenza nei mercati europei, libera concorrenza che è uno dei pilastri dello Statuto Economico dell'Unione Europea.

 

SUCCESSI

La lotta contro la criminalità proprietà intellettuale è una delle priorità per Europol e per le sue autorità delle forze dell'ordine degli Stati Partner

I più citati fra i recenti successi comprendono il sequestro di 190 tonnellate di pesticidi illegali o contraffatti nel mese di novembre 2015 in seguito a un'operazione internazionale durata 12 giorni (Silver Axe) che ha coinvolto 350 ispezioni di container presso i principali porti e aeroporti in Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Slovenia, e la Spagna.

L'Operazione OPSON V, un'operazione coordinata da Interpol e Europol per proteggere la salute e la sicurezza pubblica, conclusasi con il sequestro e la distruzione di più di 10.000 tonnellate di cibo e un milione di litri di bevande falsamente commestibili e pericolosi per la salute individuati in 57 paesi tra novembre 2015 e febbraio 2016.

Per rafforzare la lotta contro la contraffazione e la pirateria online e offline, nel 2016 l'Agenzia Europea della Proprietà Intellettuale (EUIPO con sede ad Alicante in Spagna) in accordo con Europol ha contribuito ad aggiornare e potenziare l' organizzazione e i mezzi tecnici della nuova Unità: "Intellectual Property Crime Coordinated Coalition (IPC3)".

 

Quindi si sono potute sviluppare più recentemente molte altre operazioni congiunte, fra le quali:

-Polizia Nazionale Spagna supportata da EUROPOL: Operazione “Pinar”, 265.000 prodotti contraffatti sequestrati (valore sul mercato nero circa 8 milioni EUR), 71 arresti, 47 perquisizioni, più di 400 agenti impiegati;

-Guardia Civil (ES) - CARABINIERI NAS (IT), in collaborazione con Europol: Gruppo Criminale Organizzato che commerciava in Europa carne di cavallo vietata per il consumo alimentare umano, 65 persone arrestate tra Spagna e Belgio, dove si trovava il principale sospettato;

-Guardia Civil (ES), in collaborazione con Europol: Traffico su larga scala di sostanze illecite dopanti, 45 perquisizioni, 41 persone arrestate, sequestro di 200.000 EUR in contanti, auto di lusso e diverse armi da fuoco;

-Policia Nacional Spagnola e Polizia Tedesca e supporto operativo di Europol (Operazione "FAKE"): 30 arresti, sequestro di 48.800 decoders contraffatti, €183.200 in contanti, 10 auto di lusso, 1 auto di lusso contraffatta, 1 aereo privato, 6 centri di “Bitcoin mining” e 78,3 Bitcoins, 4 servers disattivati (3 in Spagna e 1 in Germania);

-Informazioni dal proprietario marchio, Vendita di Champagne contraffatto nei bar e discoteche in provincia Napoli, - Operazione “AGRACEJO” - Indagine Carabinieri NAS,

connessioni in Spagna e GB con riunione operativa ad Europol, chiusura dei luoghi di

produzione accertamento degli illeciti in Italia e invio di supporto operativo in GB.

 

L'epilogo ricco di spunti di riflessione e di domande ha reso anche piacevole, oltre che interessante l'intero evento. É apparso infatti evidente l'interesse e la soddisfazione dei soci ed anche dei numerosi ospiti.

 

Al termine della serata uno dei rituali doni scambiati è stato un Crest di Europol.

 

 


 

Rinnovo Accordo di Collaborazione Con Comunità Per Minori Di Sorisole (Bg) “Don Lorenzo Milani” – Patronato San Vincenzo

Il giorno 29.09.2014 a Borgonato (Bs) presso Palazzo Lana Berlucchi, è stato rinnovato l’Accordo di Collaborazione volontaria e gratuita fra il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina, rappresentato dal suo Presidente pro-tempore (2014/2015), Umberto Romano, e don Fausto Resmini, direttore della Comunità per Minori di Sorisole "don Lorenzo Milani" con sede presso il Patronato S. Vincenzo in via Madonna dei Campi, 38 - 24010 Sorisole (BG), ciascuno a ciò appositamente autorizzato in nome e per conto dei rispettivi Enti, in forza delle deliberazioni dei rispettivi organi esecutivi.

L’Accordo ha per oggetto la disponibilità da parte del Rotary Club Sarnico e Val Cavallina (con la collaborazione degli altri club sostenitori: RC Bergamo Nord, RC Treviglio, RC Romano Lombardia e RC Dalmine Centenario) a fornire prestazioni di consulenza orientativa specialistica a favore della Comunità per Minori di Sorisole secondo le richieste rivolte, quando ritenuto necessario, da parte dell'Ente stesso. Il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina e gli altri Clubs sostenitori hanno infatti tra i soci tanti con professionalità specifica e adeguata alla funzione di consulenza e orientamento a favore delle persone in condizioni di disagio sociale ed economico.

Con il rinnovo dell’Accordo, il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina e la Comunità per Minori di Sorisole si impegnano reciprocamente ad ospitare, a titolo gratuito, sui propri portali web, i loro banner di riferimento per illustrare le forme di collaborazione avviate nel settore sociale e culturale.

 

dedicarsi alla
PORTALE COMUNITA' "DON MILANI"

 

 

 

 

Progetto comunicazione

Anche per l'anno rotariano 2016/2017 obiettivo rimane sempre quello di “avvicinare” il più possibile il Rotary al territorio in cui opera, incrementando i rapporti di collaborazione con le Istituzioni locali. In linea con questo filo conduttore, è stato già rinnovato il protocollo d’intesa (firmato la prima volta il 12 dicember 2011) che prevede una collaborazione tra il nostro Club ed il Consorzio Servizi Val Cavallina, con estensione anche al territorio della Comunità Montana dei Laghi.
Attraverso questo progetto, il Consorzio si impegna ad ospitare a titolo gratuito sui propri portali istituzionali e turistici il banner di riferimento del Rotary Club, con una web page di rimando e illustrazione delle forme di collaborazione avviate con il sodalizio nel settore sociale e culturale. Da parte sua, il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina si impegna, secondo il principio di reciprocità, ad ospitare a titolo gratuito sul proprio portale istituzionale il banner di riferimento del Consorzio Servizi Val Cavallina e del relativo portale istituzionale e turistico sul proprio sito web istituzionale, con una web page di rimando e illustrazione delle forme di collaborazione avviate con il sodalizio nel settore sociale e culturale. Intendimento di questo progetto è quello di promuovere il territorio e la conoscenza dei grandi progetti del Rotary.




PORTALE ISTITUZIONALE

PORTALE TERRITORIALE

 

invalcavallina

PORTALE TURISTICO

 


Prossimi eventi di Club


Lunedì 21 Gennaio ore 20:00

Ristorante "Al Vigneto"

Andrea Crupi: presentazione

del libro fotografico

"IDENTITA' DI UN LUOGO"

Serata aperta a coniugi e amici

 

Lunedì 4 Febbraio ore 20:00

Ristorante "Al Vigneto"

Fulvia Castelli

(Presidente commissione Distrettuale Foramzione)

"FORMAZIONE ROTARY"

Serata aperta a coniugi e amici

 

Lunedì 11 Febbraio ore 20:00

Ristorante "Al Vigneto"

Dott. Di Luccio

FAI e dintorni

Serata aperta a coniugi e amici


Archivio Eventi di Club »




<<  Dicembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031


Area Riservata



Espandi / Chiudi


Bollettini

Per visualizzare i bollettini devi accedere all'area riservata con nome utente e password. Puoi farlo attraverso il box qui sopra 'Area Riservata' oppure attraverso questa pagina